Il 24 novembre 2013 Sua Eminenza il Cardinale Crescenzio Sepe, Arcivescovo di Napoli ha approvato con decreto l’Associazione L’Esperienza quale Associazione PUBBLICA di fedeli secondo i canoni del Codice di Diritto Canonico Titolo V – Canoni I.298-309 e Canoni II.312-320 C.J.C..

Già l’8 maggio 2008 Sua Eminenza aveva riconosciuto la validità dello strumento dell’Esperienza, approvandolo quale Associazione privata di fedeli secondo i canoni del Diritto della Chiesa  (Canoni III.321-326).


Cos’è l’Associazione L’Esperienza…e perchè?

L’Associazione vuole essere innanzi tutto un mezzo che custodisca il metodo dell’ESPERIENZA, metodo costruito e sperimentato in più di 25 anni di lavoro fatto con entusiasmo, fatica e fiducia in Colui che ci ha inviati, come Chiesa, “in primis” ad annunciare l’Evangelo ad ogni creatura (cfr Mc 16,15).

…Non solo desideriamo affidare nelle mani della Chiesa la custodia di un metodo di Primo Annunzio, ma soprattutto consegnare uno spirito e una profezia che umilmente crediamo di aver ricevuto e di dover servire ed incarnare come Associazione…

Annunciare l’Evangelo e crescere nella conoscenza profonda ed esistenziale di Gesù Cristo e del suo Mistero attraverso le S. Scritture e la vita ecclesiale.

Tutto questo perché siamo convinti – fin dai primi passi che precedettero la I Esperienza di Napoli – che in una Parrocchia è possibile che viva ed agisca una vera comunità di fratelli i quali – scegliendo l’Evangelo radicalmente e senza mediocrità – possano essere luogo caldo che rende visibile la fraternità ecclesiale, ed attragga ad essa anche i “lontani” e coloro che per la Parrocchia passano solo per dei “servizi”, facendo nostre le parole del Papa Francesco nella Esortazione Apostolica “Evangelii Gaudium“…

La parrocchia non è una struttura caduca; proprio perché ha una grande plasticità, può assumere forme molto diverse che richiedono la docilità e la creatività missionaria del pastore e della comunità. La parrocchia è presenza ecclesiale nel territorio, ambito dell’ascolto della Parola, della crescita della vita cristiana, del dialogo, dell’annuncio, della carità generosa, dell’adorazione e della celebrazione. (Evangelii Gaudium 1.II.28)


Questo dunque il nostro specifico….questo dunque il nostro sogno….

In una parrocchia può esserci una COMUNITÁ di fratelli e sorelle che animano la vita parrocchiale e che lì vivono il loro quotidiano fatto di condivisione e concreta fraternità. Fratelli e sorelle che tutto fondano sull’esperienza viva del Cristo crocefisso e risorto (dallo Statuto Associativo)

E questa cosa non era scontata 25 anni fa, e non è scontata oggi. 

Il “sommario” di Atti 2, 42-48 fu il fondamento di quel sogno…e lo è ancora oggi!!!

Atti 2, 42-48

La storia dell’Associazione L’Esperienza è strettamente correlata alla storia del Monastero di Ruviano, perché le vocazioni dei padri monaci, Padre Fabrizio Cristarella Orestano e Padre Gianpiero Tavolaro, sono nate nel cuore di questa “avventura”!
Il monastero oggi è “cuore” e centro propulsore della vita spirituale per quanti, in questa storia dell’Esperienza, decidono di dare la vita per l’annunzio dell’Evangelo e per la Chiesa.

Evangelizzatori con Spirito significa evangelizzatori che pregano e lavorano. Dal punto di vista dell’evangelizzazione, non servono né le proposte mistiche senza un forte impegno sociale e missionario, né i discorsi e le prassi sociali e pastorali senza una spiritualità che trasformi il cuore. Tali proposte parziali e disgreganti raggiungono solo piccoli gruppi e non hanno una forza di ampia penetrazione, perché mutilano il Vangelo. Occorre sempre coltivare uno spazio interiore che conferisca senso cristiano all’impegno e all’attività. (Evangelii Gaudium 5.I.262)