La Speranza

postato in: Mattutino, Riflessioni | 0
La Fede è quella che tiene duro nei secoli dei secoli.
La Carità è quella che dà se stessa nei secoli.
Ma è la piccola Speranza che si leva tutte le mattine.
 
La Fede è una cattedrale radicata nel suolo di un paese.
La Carità è un ospedale che raccoglie tutte le miserie del mondo.
Ma senza Speranza, tutto questo non sarebbe che un cimitero.
 
Le immagini sono vivaci e un po’ paradossali.
Ci sono, però, due aspetti di questa virtù che meritano di essere sottolineati: anzitutto la sua quotidianità.
Fede e carità hanno i colori del trascendente, dell’eterno e dell’infinito. L’apostolo Paolo dichiara, ad esempio, che la carità è la più alta e la più grande delle virtù.
La speranza, invece, è colei che ti dà la carica per camminare ogni giorno, «semplicemente e a testa bassa», rimanendo fedeli anche nel tempo della prova, o quando il lavoro è pesante e senza apparente ricompensa.
 
C’è, poi, una seconda nota che la riguarda: senza speranza ogni nostra azione od opera sarebbe forse grandiosa, ma ferma e morta come un monumento solenne.
La speranza impedisce al mondo di essere un cimitero perché continuamente ti spinge ad andare oltre, ad attendere, ad avere fiducia, a credere in un’ alba diversa, in una meta, in un significato.

Lascia un commento

Devi aver effettuato il login per lasciare un commento.